venerdì 30 agosto 2013

Pagnotte dolci di Vipiteno Sterzing

Buongiorno a tutti,
con questo post faccio ufficialmente ritorno dalle vacanze con la lacrimuccia e torno alla solita routine quotidiana che comprende anche aggiornare il mio blog con golose ricette.
Come vi avevo anticipato prima di partire, le mie vacanze le ho trascorse tra Liguria e Trentino alto Adige, o meglio Sud Tirolo, in questi ultimi anni ho cominciato ad apprezzare la montagna anche d'estate, c'è una temperatura fantastica e grazie alle passeggiate ci si abbuffa senza troppi sensi di colpa! Quest'anno abbiamo scoperto dal panettiere dei panini alla frutta che sono diventati l'elemento essenziale della "dieta" montana, abbiamo così cercato di capire come fossero fatti ed una volta a casa mia sorella Francesca, devo dargliene atto, ha provato a modificare una ricetta di un pane dolce trovata su un libro con gli ingredienti base delle pagnotte che mangiavamo a Vipiteno: uvetta, mele e ovviamente cannella. La Franci è stata bravissima in quanto il risultato è molto simile all'originale, di seguito vi scrivo la ricetta di quello che è diventato il pane dolce di Vipiteno.

Pagnotte dolci di Vipiteno Sterzing
Ingredienti per 12 panini:
Farina bianca per pane 450 g
Farina integrale macinata alla pietra 50 g (se non volete usarla aggiungete tranquillamente i 50 g alla farina bianca)
Zucchero semolato 50 g
Sale 1 cucchiaino
Cannella 3/4 cucchiaini (dipende dal tipo di cannella e se vi piace molto)
Burro a dadini 50 g
Lievito per pane e pizze 1 bustina
Latte tiepido 250 ml
Uova 1
Mele fresche 2
Nocciole intere 110 g
Uvetta secca 100 g
Rum 1/2 bicchierino
Procedimento:
Per prima cosa mettete in ammollo l'uvetta con il latte tiepido e il mezzo bicchierino di Rum, lasciatela riposare finché non si sarà idratata bene. Intanto pulite le mele e tagliatele a piccoli e sottili pezzetti, metteteli da parte con un goccio di succo di limone per non farle annerire, quindi in planetaria ponete tutte le polveri (farine, zucchero, cannella, sale e lievito) e amalgamatele, aggiungete l'uvetta ammollata, le nocciole e i pezzetti di mela, quindi il burro in piccoli fiocchetti e azionate la planetaria. Aggiungete dopo l'uovo e poco per volta il latte col Rum, potrebbe anche essere che non ci vada messo tutto, per questo versatelo piano piano e verificate la consistenza del panetto che non dev'essere troppo appiccicoso se no non riuscirete a fare le pagnotte. Quando avrete un impasto liscio e lucido, coprite la ciotola della planetaria con un canovaccio e fatelo lievitare in un posto caldo della cucina per circa 2 ore o fino a quando non sarà raddoppiato di volume. Trascorse le 2 ore, sgonfiate la pagnotta e trasferitela sul piano di lavoro, quindi formate 12 pagnottelle e posizionatele sulla leccarda del forno con una discreta distanza una dall'altra, lasciatele lievitare nuovamente coperte fino al raddoppio del loro volume. Cuocetele in forno caldo per circa 15 - 20 minuti o fino a doratura.


Sono ottime, in montagna le mangiavo a colazione, a fine pasto e a merenda... forse un pochino esagerato, ma vi assicuro che sono buone in qualsiasi momento della giornata, la dolcezza è data quasi esclusivamente dalla frutta, per questo non sono nauseanti ma leggere e appetitose. Provate a farle e fatemi sapere!

Un bacio
Camilla